Vagina Larga: falsi miti ed importanti verita’ sui prodotti ed esercizi vaginali

vagina Larga, un problema sessuale frequente

Per il problema della vagina larga ti sei mai chiesta se esiste un prodotto o degli esercizi vaginali in grado di migliorare l’elasticità dei tuoi muscoli vaginali per un piacere sessuale più intenso?

Molto spesso si sente parlare di esercizi in grado di rassodare i muscoli pelvici, ma esistono anche altri rimedi per ritrovare la tonicità dei muscoli vaginali.

C’è chi sostiene che non è possibile controllare le contrazioni dei muscoli vaginali e che tutti i rimedi, compresi pillole, creme ed esercizi, non possono cambiare la nostra condizione.

Quello che dovresti sapere è che i muscoli vaginali sono identici a tutti gli altri muscoli del nostro corpo e possono essere allenati con esercizi specifici e rassodati con creme polifunzionali.

La natura, da sempre amica delle donne, può costituire un valido aiuto grazie a sali minerali naturali con proprietà astringenti ed estratti officinali di piante che hanno poteri tonificanti e rassodanti per pelle e muscoli.

Molte persone intervengono sul problema solo se questo gli causa problemi visibili come l’incontinenza urinaria e spesso si ricorre a rimedi più drastici come la vaginoplastica per restringere le pareti vaginali. Questi interventi chirurgici, d’altronde, sicuramente più invasivi e dolorosi, possono essere evitati nella grande maggioranza dei casi, con soluzioni più dolci e meno dispendiose.

Chi afferma che si tratta solo di credenze popolari e che non ha senso curare i muscoli pelvici probabilmente non si rende neanche conto di quanto sia importante, per una donna, provare un piacere così intenso durante l’atto sessuale in grado di coinvolgere il partner in un’esperienza davvero unica.

La salute e il benessere sono importanti ed entrambi sono collegati con la cura del nostro corpo. Inizia a dare valore alla tua femminilità prendendoti cura delle tue parti più intime e delicate con piccoli gesti quotidiani che ridaranno nuovo vigore e nuova forza ai muscoli pelvici, per un nuovo modo di vivere il piacere.

Guida gratuita: Come Fare l’Amore : 3 segreti dei “Morsi di Piacere” per far impazzire il tuo uomo

come fare l'amoreSe vuoi scoprire un modo semplice e immediatamente applicabile per raggiungere orgasmi strabilianti e per far eccitare il tuo uomo, scarica la tua guida gratuita: Come Fare l’Amore : 3 segreti dei “Morsi di Piacere” per far impazzire il tuo uomo.

scarica la guida

Tagged As: , ,

6 Responses to “Vagina Larga: falsi miti ed importanti verita’ sui prodotti ed esercizi vaginali”

  • Elizabeth on 28 marzo 2013

    Ciao Juana, sono tua amica Elizabeth, mi è piaciuto molto la tua pagina

    • Juana on 30 luglio 2013

      Sono contenta Elizabeth che ti sia piaciuta.
      Vieni sempre a dare un’occhiata alle novità che c’è ne sono nel blog. Sono certa che rimarrai incantata .

  • Sara on 1 settembre 2013

    Da quando ho avuto il mio ultimo figlio non riesco più a provare piacere quando faccio l’amore, non capisco cosa sia successo visto che ciò non mi era accaduto dopo il mio primo figlio. Non oso neanche parlarne con mio marito per timore che anche per lui sia la stessa cosa. Cosa posso fare?

    • Juana on 21 settembre 2013

      Ciao Sara.
      Dal modo in qui poni la tua domanda capisco che prima di avere tuo secondo figlio, non avevi difficoltà a provare piacere.
      Quindi una possibilità è che magari aumentando i tuoi impegni nella giornata con l’arrivo di un secondo figlio sei molto più stanca da quanto lo eri prima e questo non ti permette di essere rilassata al momento di fare l’amore.
      L’assenza del piacere potrebbe essere il risultato di un rilassamento dei muscoli vaginali a radice della gravidanza, aggravato posteriormente dal parto, in caso di parto naturale.
      Detto questo, non credo tu abbia nessun problema. Stai semplicemente vivendo quelle che sono le tracce di un cambiamento importante nella vita di una coppia e di una donna in particolare, quindi non avere timore di parlare con tuo marito al rispetto, potresti trovare insieme a lui e alla sua comprensione l’aiuto che ti occorre, occupandosene lui qualche ora la sera dei bambini, intanto che tu ti rilassi con una bella passeggiata, una chiacchierata con una amica o un bel bagno caldo.
      Per quanto riguarda l’assenza di piacere per un probabile rilassamento dei muscoli vaginali incomincia subito a rassodarli con i movimenti del Cocomordan. E anche qui sarà prezioso il suo aiuto. Dopo quattro settimane che ti alleni da sola chiedi a lui di prestarsi a te per praticare e di sicuro, lui coopererà volentieri!
      Hasta luego!

  • Anna on 22 ottobre 2013

    Ciao Juana,
    il tuo sito è davvero molto interessante e specialmente questi esercizi di Cocomordan!
    Quello che volevo chiederti è un consiglio/aiuto in merito alla mia situazione.
    Durante i rapporti ho molta lubrificazione e questo spesso impedisce al mio partner attuale di avere “sensibilità” per la mancanza di attrito.
    C’è qualcosa che io posso fare per diminuire la mia lubrificazione?
    Grazie.
    Ciao.

    • Juana on 18 ottobre 2014

      Ciao Anna,
      L’eccesso di lubrificazione è un disagio molto diffuso fra le donne, anche se è più frequente sentire parlare di secchezza vaginale o vaginismo.. La lubrificazione dell’ambiente vaginale è legata alla produzione di muco delle ghiandole cervicali e di secrezioni delle ghiandole mucose vaginali e altre ghiandole come per esempio le ghiandole di Bartolino. Naturalmente un ruolo fondamentale lo svolgono le funzioni ormonali, quindi anche i cicli mestruali.
      Spesso questo disagio induce una sensazione d’insicurezza nei confronti del proprio partner, perché sentiamo che non riusciamo a offrirgli quel piacere che tanto ci piacerebbe regalare loro.
      Purtroppo al momento non sono note terapie mirate per questo tipo di disturbo. Anche se in certi casi può rivelarsi utile l’uso della pillola anticoncezionale, con tutto ciò che questo comporta.
      C’è qualche donna che usa già la pillola e avendo questo disagio viene proposto di aumentare il dosaggio, sinceramente avrei qualche riserva.
      Un’altra soluzione potrebbe essere quella di diminuire l’effetto di mancata sensibilità cercando di restringersi intorno al pene del uomo durante il rapporto.
      Quindi imparare a chiudere e aprire il canale vaginale in diversi punti al primo e secondo anello vaginale.
      il primo anello è vicino alla vulva ( parte esterna della vagina) ed è il più forte di tutti, grazie alla sua vicinanza al muscolo elevatore o costrittore.

      Il secondo anello è situato nel centro del canale vaginale e la sua forza è inferiore a quella del primo anello.
      Quindi l’eccesso di lubrificazione c’è solo che sarà meno percepito. Anzi potrebbe diventare un fattore che aumenta il piacere del tuo partner.
      Un caro saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • UN REGALO PER TE!

    New Graphic
  • CHIEDILO A JUANA


    Vuoi maggiori informazioni sui prodotti o vuoi contattarmi per una consulenza privata?


  • SEGUICI SU FACEBOOK