Come si fa il massaggio al perineo  in gravidanza?

Hai mai sentito parlare di massaggio al perineo? Se sei una ostetrica sicuramente sì!

Intanto vediamo di spiegare meglio cosa sia il perineo, detto anche pavimento pelvico. Il perineo è un insieme di muscoli che intervengono nel momento del parto, giocando un ruolo fondamentale nella espulsione del feto. Sono localizzati sotto la cavità addominale, e comprendono tutta la zona dell’ano e della vagina. Si tratta degli stessi muscoli che trattengono o rilasciano il flusso dell’urina, e di cui parlo molto spesso nel mio sito, perché a loro sono dedicati i miei esercizi e le mie tecniche di tonificazione.

La loro elasticità e tonicità è dunque un fattore molto importante per la buona riuscita e la “facilità” o meno del parto, evitando interventi più invasivi per facilitare la manovra della nascita. Massaggio-perineale

Il massaggio perineale serve per ossigenare i tessuti di questi muscoli, consentendo loro di essere bene ossigenati e tonici, e si inizia a partire dalla 34 settimana di gestazione.

Come effettuare il massaggio al perineo

Prima di tutto è bene svuotare la vescica completamente.

Poi ci si può sdraiare comodamente, sostenendo però la schiena con dei cuscini.

Con un olio delicato si possono eseguire movimenti circolari nella zona tra ano e vagina.

Dopo qualche minuto si può procedere ad inserire il pollice in vagina per due terzi o interamente e proseguire il movimento all’interno, cercando di premere maggiormente verso l’esterno (dove spingerà la testa del bambino durante il parto). Ricordati invece di tenere indice e medio appoggiati sulla spazio compreso tra vulva e ano, sostenendo il movimento del pollice.

Il movimento deve essere orario, lento, e durare qualche minuto. Non deve risultare fastidioso, ma anzi gradevole.

Anche la pressione che esercitate non deve essere spiacevole, ma provate a mantenerla per qualche secondo prima di rilasciarla. Infatti è proprio la pressione esercitata dal massaggio al perineo ad allenare tutti i muscoli che svolgeranno un ruolo cruciale durante il parto.

 

Il massaggio del perineo  può essere praticato dalla 34^ settimana.

Non dovrebbe durare più di 5 minuti, per evitare fenomeni di eccessiva sensibilizzazione e fastidio.

Dalla 37^ settimana in poi, può essere effettuato ogni giorno, aumentando gradualmente il tempo precedente.

Per qualsiasi domanda o dubbio potrai rivolgerti ad una ostetrica esperta, che potrà darti le necessarie indicazioni su come procedere.

Il messaggio al perineo ha solo come controindicazioni le infiammazioni del perineo come varici vulvari o emorroidi.

Ti raccomando comunque di avere una igiene accurata, di avere unghie corte e pulite, e di lavare molto bene, prima e dopo, l’area perineale.

 

Conclusione

Il massaggio al perineo è davvero importante per aiutare lo svolgimento di un parto naturale. Soprattutto, accompagnata dalla ginnastica specifica di cui parlo in questo blog e che insegno alle mie allieve, è davvero un valido aiuto per scongiurare un taglio effettuato per agevolare l’uscita del bambino (episiotomia).

Consiglio sicuramente di effettuarlo, anche eventualmente con il partner, come pratica sicuramente utile e che aiuterà anche a riconoscere meglio tutte quelle sensazioni che proverai durante il parto.

 

Hai mai praticato il massaggio al perineo?

Quale è la tecnica di massaggio che utilizzi?

Ti è stato utile durante il parto?

 

Guida gratuita: Come Fare l’Amore : 3 segreti dei “Morsi di Piacere” per far impazzire il tuo uomo

come fare l'amoreSe vuoi scoprire un modo semplice e immediatamente applicabile per raggiungere orgasmi strabilianti e per far eccitare il tuo uomo, scarica la tua guida gratuita: Come Fare l’Amore : 3 segreti dei “Morsi di Piacere” per far impazzire il tuo uomo.

scarica la guida

Tagged As: ,

Non c'e' ancora nessun commento... Lascialo tu per prima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • UN REGALO PER TE!

    New Graphic
  • CHIEDILO A JUANA


    Vuoi maggiori informazioni sui prodotti o vuoi contattarmi per una consulenza privata?


  • SEGUICI SU FACEBOOK